Gatolo

VOCABOLARIO LAGUNARE

 

Gatolo

Curiotolo, o gatolo. Scolatoio, smaltitoio. Rigagnolo, si chiama quell’acqua che scorre per la parte più bassa delle strade.

Da “Vocabolario veneziano e padovano co’ termini e modi corrispondenti toscani  composto dall’Abate  Gasparo Patriarchi”.  Terza edizione; pag. 61. Padova nella tipografia del seminario MDCCCXXI.

==============================================================

Tra Cordovado e Venchieredo, a un miglio dei due paesi, v’è una grande e limpida fontana che ha anche voce di contenere nella sua acqua molte qualità refrigeranti e salutari. Ma la ninfa della fontana non credette fidarsi unicamente alle virtù dell’acqua per adescare i devoti e si è recinta d’un così bell’orizzonte di prati di boschi e di cielo, e d’una ombra così ospitale di ontani e di saliceti che è in verità un recesso degno del pennello di Virgilio questo ove le piacque di porre sua stanza. Sentieruoli nascosti e serpeggianti, sussurrio di rigagnoli, chine dolci e muscose, nulla le manca tutto all’intorno. È proprio lo specchio d’una maga, quell’acqua tersa cilestrina che zampillando insensibilmente da un fondo di minuta ghiaiuolina s’è alzata a raddoppiar nel suo grembo l’immagine d’una scena così pittoresca e pastorale. Son luoghi che fanno pensare agli abitatori dell’Eden prima del peccato; ed anche ci fanno pensare senza ribrezzo al peccato ora che non siamo più abitatori dell’Eden.

— Ippolito Nievo, Le confessioni d’un italiano

Questa voce è stata pubblicata in Vocabolario lagunare e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.