Verbale dell’assemblea annuale 2016 dell’associazione Terra Antica (21 gen 2016)

VERBALI

Assemblea annuale di Terra Antica Associazione Culturale

21 gennaio 2016. Ore 17.15

(in seconda convocazione, seduta valida. Presiede Franca Spolaor, verbalizza Giuseppe Sartori)

Ordine del giorno

1. Relazione del Presidente uscente anno 2015.

2. Presentazione del consuntivo anno 2015.

3. Elezione del comitato direttivo.

4. Linee programmatiche per l’anno 2016.

5. Varie ed eventuali.

1. Relazione del Presidente uscente anno 2015. La sig.ra Franca Spolaor, Presidente in carica, ricorda le vicende che hanno portato alla costituzione dell’associazione nel 1992, e le finalità costitutive che sono state in gran parte raggiunte con tante iniziative; ricorda altresì e soprattutto le modalità con cui sono stati raggiunti gli obiettivi intessuti con grande amicizia fra le persone, elemento di qualità che ha reso interessanti e piacevoli le molte esperienze; ricorda in particolare il dott. Ettore Aulisio, che ha sempre profuso nell’associazione la sua grande competenza e passione per la promozione e l’attuazione delle varie iniziative e del quale, nell’ultimo periodo, si è avvertita in modo tangibile la mancanza. Ricorda che i rapporti con le istituzioni locali e comunali ed anche con le scuole non sempre sono stati facili, eppure gli obiettivi più rilevanti programmati sono stati raggiunti grazie anche alla dedizione di tutti. In questo ultimo periodo sono stati fatti vari incontri fra i soci del direttivo per valutare le recenti criticità che hanno rallentato l’attività dell’associazione; si è pensato anche alla consegna di un testimone importante (il laboratorio di ricerca storica Ferracina c/o la Scuola Don Milani di Campalto) ad una realtà associativa diversa da Terra Antica purché ne curi lo stato e la fruizione sociale. In tal senso l’Associazione “La Salsola” ha fatto una precisa proposta di collaborazione che sarà valutata sia dalla dirigenza delle scuole del territorio che dal nuovo direttivo.

2. Presentazione del consuntivo anno 2015.

I recenti lavori dell’associazione si sono concretizzati con la realizzazione del sito web (terraantica.org) oggi funzionante che aspetta tutti i contributi dei soci ed interessati. La Presidente ricorda le attività che hanno caratterizzato l’impegno associativo con la divulgazione verso scuole e cittadinanza attraverso conferenze ed incontri, con contributi scientifici e divulgativi, con pubblicazioni sulla storia della municipalità, mostre e dibattiti pubblici ed infine la raccolta di importanti testimonianze orali. Anche le iniziative di carattere prevalentemente ricreativo (escursioni e concerti) sono sempre state improntate su tematiche culturali con precisi intenti di divulgazione della conoscenza etnografica e storica. A consuntivo di questa attività più che ventennale sono rimasti risparmi derivanti dai contributi pubblici e dalle quote associative pari a € 5.591,96.

3. Elezione del comitato direttivo.

La sig.ra Spolaor introduce il punto affermando che, stante la conferma delle sue già annunciate irrevocabili dimissioni da presidente e la mancata espressione di volontà di proseguire nell’incarico da parte di altri membri del comitato direttivo, il passo successivo per continuare l’attività dell’Associazione Terra Antica è quello di eleggere fra i convenuti un nuovo organismo direttivo che, come previsto al punto B dello statuto, “elegge nel suo seno il presidente, il vice presidente, il segretario amministrativo e fissa i compiti degli altri consiglieri …”. Ella stessa dichiara altresì di rinnovare la disponibilità di continuare a collaborare, ma nella veste di consigliere. Invita pertanto i presenti a presentare le candidature per il rinnovo del direttivo. Interviene l’attuale vice presidente prof. Sergio Barizza, che si augura si possa evitare la conclusione dell’attività associativa, eventualità da tenere comunque in considerazione qualora non ci fossero nuove disponibilità. Ricorda che comunque le ricerche storiche e le pubblicazioni su Favaro e il territorio contermine sono state fatte analizzando i materiali d’archivio rinvenuti presso il municipio e pertanto l’obiettivo principale costitutivo dell’associazione è stato raggiunto in modo del tutto soddisfacente. Vanno comunque espletate tutte le formalità necessarie, anche per mettere al riparo l’associazione da eventuali critiche e censure che possano essere promosse sul piano amministrativo (redazione di verbali e bilanci associativi). Sul piano dei contenuti dichiara la propria disponibilità a continuare la collaborazione in veste di consulente.

4. Linee programmatiche per l’anno 2016.

Interviene il dott. Gabriele Scaramuzza che esamina lo scenario generale in cui si muovono, e si arenano, le attività culturali della cittadinanza, ricostruendo il percorso per cui l’attività culturale della Dirigenza del Comune di Venezia abbia privilegiato iniziative strutturali (il Museo del novecento M9) abbandonando la programmazione di base che ormai non ha più risorse; da qui le difficoltà di proseguire nella fortunate esperienze degli anni passati. Eppure è convinto che non si possa progettare un cosiddetto museo senza le opere, le raccolte e la narrazione di un luogo e delle persone: è convinto che invece Terra Antica debba continuare nel proprio sforzo culturale e narrativo perché le opere e le persone da raccontare ci sono ancora nel territorio. Ci si può prefissare nell’immediato un’attività più ridotta concentrandosi su uno o due obiettivi, ma il presidio culturale, come quello del Laboratorio Ferracina, deve continuare. In tal senso dichiara la propria disponibilità ad impegnarsi nel direttivo dell’associazione.

Interviene il dott. Lionello Pellizzer, che si augura si possa evitare la chiusura dell’associazione affermando che sarebbe solo una perdita per la comunità della terraferma, ripetendo il destino già conosciuto con l’associazione Bruno Bruni. Secondo Lionello ci sono ancora argomenti da indagare come quello sulla storia del territorio fra le due guerre mondiali. In tal senso dichiara la sua disponibilità ad impegnarsi nel direttivo dell’associazione.

Interviene il dott. Giuseppe Sartori, ricordando che fra le altre attività intraprese dall’associazione occorre menzionare quelle che hanno suscitato molta attenzione nella cittadinanza: i concerti e le escursioni, iniziative di facile realizzabilità anche senza il contributo delle istituzioni. Propone poi che parte del fondo economico rimasto sia dedicato al completamento della “sala della laguna” nel Laboratorio Ferracina. Propone altresì che sia devoluto un contributo economico al comitato cittadino contro la Vallenari-bis per sostenere lo sforzo legale contro questa opera che andrà a distruggere un territorio (Porto di Cavergnago) denso di qualità ambientali e storico-culturali nella periferia di Mestre, per il quale Terra Antica aveva promosso, assieme ad altri, iniziative di conoscenza e tutela. In tal senso dichiara la sua disponibilità ad impegnarsi nel direttivo dell’associazione.

La sig.ra Franca Spolaor informa poi i convenuti sugli incontri avuti con la Dirigenza della Scuola nel merito della permanenza del Laboratorio presso la scuola stessa, e ricorda che il dott. Stefano Simionato ha confermato la disponibilità dei locali e darà risposta sulla richiesta presentata per avere un ulteriore piccolo vano dove collocare il materiale di archivio e consentire l’allestimento della sala della laguna. Comunica inoltre di aver contattato la Dirigente dell’I.C. Favaro, prof.ssa Elisabetta Pustetto, per organizzare un incontro fra i due dirigenti scolastici e i rappresentanti dell’associazione allo scopo di trovare nuove forme di collaborazione.

Interviene il sig. Claudio Piovesan, sottolineando un aspetto forse non evidente, ma comunque fondamentale per il successo dell’attività svolta e quella a venire dell’associazione: cioè la profonda umanità ed amicizia sorta fra le persone che si sono impegnate in questi anni. E affinché questo spirito collaborativo continui dichiara la propria disponibilità ad impegnarsi nel direttivo dell’associazione. Anche la sig.ra Luigina Gottardo dichiara la propria disponibilità ad impegnarsi nel direttivo dell’associazione.

La Presidente dell’assemblea, dichiarando conclusa la discussione, e riassumendo le candidature presentate pone ai voti dell’assemblea dei presenti l’elezione del nuovo direttivo dell’Associazione nella persone di: Luigina Gottardo, Franca Spolaor, Gabriele Scaramuzza, Lionello Pellizzer, Claudio Piovesan, Giuseppe Sartori. I presenti approvano all’unanimità.

L’assemblea si conclude alle ore 18.40 con i saluti fra i convenuti.

Scuola Don Milani, Campalto. Giovedi 21 gennaio 2016

La Presidente   Franca Spolaor

Giuseppe Sartori   (cons. verbalizzante)

 

Questa voce è stata pubblicata in Verbali. Contrassegna il permalink.