Visita al Laboratorio di ricerca storica Ferracina

EVENTI/IL LABORATORIO

Visita al Laboratorio di ricerca storica Ferracina

di Lionello Pellizzer

Stamattina (lunedi 27 novembre) abbiamo accompagnato una classe terza della scuola Fucini in visita al laboratorio/museo Ferracina ospitato presso la scuola elementare Don Milani (Piazzale Zendrini – Villaggio laguna – Campalto).

La classe era composta di 23 alunni per cui, d’accordo con le insegnanti, abbiamo formato due gruppi separati, uno guidato da me e l’altro da Lorena Piovesan. Le insegnanti erano Cordella Maria e Fonte Francesca.

Ricostruzione della camera da letto

Ricostruzione della camera da letto

Ricostruzione della cucina con focolare

Ricostruzione della cucina con focolare

Macchina per cucire a manovella

Macchina per cucire a manovella

Come di consueto abbiamo visitato i vari “reparti” del museo (cfr. foto) facendo in modo che i ragazzi fossero coinvolti il più possibile. Il nostro riscontro è stato molto positivo perché abbiamo visto una partecipazione molto “curiosa” e attenta. Molte le domande poste dai ragazzi, a nostro avviso segno evidente dell’interesse suscitato.

Mola di pietra per affilare le lame che il contadino usa

Mola di pietra per affilare le lame che il contadino usa

Banco di lavoro del contadino/falegname

Banco di lavoro del contadino/falegname

Macchina per sgranare il mais o granoturco

Macchina per sgranare il mais o granoturco

C’erano anche ragazzi di origine straniera che si esprimevano in ottimo italiano e molto incuriositi.

Banco di lavoro del ciabattino

Banco di lavoro del ciabattino

Per organizzare visite guidate al laboratorio in orario scolastico e/o pomeridiano basta  si possono contattare i nostri volontari e telefonare ai nn. 3666870855; 3290857990; 3485735490.

Banco di scuola dotato di calamaio

Banco di scuola dotato di calamaio

==============================================================

Dirò solo poche parole sul mio itinerario da Padova fin qui. Il viaggio sul Brenta, su una nave a servizio pubblico in compagnia di persone davvero a modo, è risultato comodo e piacevole: fra di loro gli italiani sono cortesi e pieni di riguardi. Le rive del fiume sono ornate di giardini e ville; si vedono piccoli villaggi che sorgono quasi sul corso d’acqua, che per lunghi tratti è rasentato da una strada molto animata. Siccome il fiume scende per cateratte, vi è spesso una piccola sosta di cui si può profittare per scendee a terra e godere delle frutta abbondanti che vi offrono. Poi risalire sulla nave e là ci si muove attraverso un mondo variabile di fertilità e vita.

— Johann Wolfgang von Goethe, Viaggio in Italia

Questa voce è stata pubblicata in Eventi, Il Laboratorio e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.