Riemerse dalla memoria le campane di Sanbruson

FASEMO FILO’

Riemerse dalla memoria le campane di Sanbruson 

Din dan don le canpane de Sanbruson
E le sona dì e note
E le buta zò le porte
Ma le porte gera de féro
Volta la carta ghe xé un caliéro
Un calièro pien de piova
Volta la carta ghe xe na rosa
E la rosa sa da bon
Volta la carta ghe xe un melon
Ma il melon xe massa fato
Volta la carta ghe xe un mato
Un mato da ligare
Volta la carta ghe xe un mare
Un mare e na marina
Volta la carta ghe xé na galina
La galina fa cocodè
Volta la carta ghe xé un re
Un re e un rearo
Volta la carta ghe xé un peraro
Un peraro che fa i fighi
Volta la carta ghe xé i strighi
I strighi che fa miao
Volta la carta ghe xé el babao
Un babao col bèco rosso
Volta la carta ghe xé un posso
Un posso pien de aqua
Volta la carta ghe xe na gata
E la gata fa i gatèi
Volta la carta ghe i putèi
E i putéi fa ostaria
Volta la carta che la xe finia

==============================================================

Tra Cordovado e Venchieredo, a un miglio dei due paesi, v’è una grande e limpida fontana che ha anche voce di contenere nella sua acqua molte qualità refrigeranti e salutari. Ma la ninfa della fontana non credette fidarsi unicamente alle virtù dell’acqua per adescare i devoti e si è recinta d’un così bell’orizzonte di prati di boschi e di cielo, e d’una ombra così ospitale di ontani e di saliceti che è in verità un recesso degno del pennello di Virgilio questo ove le piacque di porre sua stanza. Sentieruoli nascosti e serpeggianti, sussurrio di rigagnoli, chine dolci e muscose, nulla le manca tutto all’intorno. È proprio lo specchio d’una maga, quell’acqua tersa cilestrina che zampillando insensibilmente da un fondo di minuta ghiaiuolina s’è alzata a raddoppiar nel suo grembo l’immagine d’una scena così pittoresca e pastorale. Son luoghi che fanno pensare agli abitatori dell’Eden prima del peccato; ed anche ci fanno pensare senza ribrezzo al peccato ora che non siamo più abitatori dell’Eden.

— Ippolito Nievo, Le confessioni d’un italiano

Questa voce è stata pubblicata in Fasemo filò e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.