Pagar le acque

VOCABOLARIO LAGUNARE

ACQUE, pagar le

Molte erano le paludi intorno a Venezia che nel riflusso rimaneano scoperte. Vedendo il Senato il grave danno che da ciò avveniva alla laguna, e forse anche all’ aria, ordinava a’ dì 18 ottobre 1555 che fossero distrulte le paludi anzidette, e per supplire alla ingente spesa era nel 1568 decretato, che ogni persona, la quale fosse andata al possesso, di una eredità trasversale pagar dovesse il cinque per cento sopra l’ereditata sostanza, per impiegar poi l’ importo di quella quella somma nell’ ordinata opera. Fu perciò questa gravezza sopra le eredità trasversali chiamata, d’allora in avanti, col nome di pagar le acque.

 

[Da Lessico Veneto, di Fabio Mutinelli – Venezia 1851]

==============================================================

Il contatto con l’albero, con il legno, la materia prima delle mie sculture è da sempre un evento emozionante. L’albero è intrinsecamente figura, forma, è una scultura in sé, pronta. Dalle forme del tronco, d alle spaccature, dalle pieghe del legno, dai rami che si sprigionano dal tronco, traggo le idee, gli elementi figurativi che l’albero contiene.

— Augusto Murer (scultore)

Questa voce è stata pubblicata in Vocabolario lagunare. Contrassegna il permalink.